"Te iubeste mama!"/"Mamma ti vuole bene!"

Proiectul “Te iubeste mama!” menit sa faciliteze comunicarea audio-vizuala gratuita online intre copiii ramasi in Romania si parintii acestora, care sunt la munca in Italia. Scopul principal este acela de a preveni si diminua numarul de cazuri sociale in randul copiilor ramasi acasa si sustinerea rolului parental la distanta./Comunicazione audio-visiva a distanza; uno strumento di sostegno alla genitorialità transnazionale: si rivolge alle mamme e ai papà che hanno i figli e la famiglia in un altro Paese, accompagnandoli nel difficile compito di conciliare la vita lavorativa in Italia con le esigenze della famiglia lontana.

M come Mamma

Mamme in Italia come badanti e 350mila bimbi romeni lasciati a casa: Skype può fare da cordone ombelicale.
Ecco come: FEDERICO TADDIA @La stampa

Non si vedevano da più di tre anni, e quando il bambino ha visto comparire il volto della madre è rimasto senza fiato, senza parole: non era un abbraccio reale, non poteva toccarla, ma ce l’aveva davanti, come presenza viva. Una presenza che gli dava speranza per il futuro». Non trattiene le lacrime Silvia Dumitrache mentre racconta di un incontro via Skype avvenuto grazie al progetto «Te iubeste mama», «Ti voglio bene mamma», lanciato da pochi mesi per ricreare un cordone ombelicale tra Italia e Romania.
10490342_895681610458694_1517186935_n
Lei, nata a Bucarest dove lavorava come redattrice culturale, per curare il figlio ammalato undici anni fa è venuta nel nostro Paese. E da subito si è imbattuta nella problematica delle badanti: un milione e settecentomila secondo il Censis, di cui il 77% straniere e in maggioranza romene. Donne che lasciano la propria famiglia alla ricerca di un sudato guadagno, spesso in nero e ancora più spesso full time, troncando rapporti con le proprie radici e dove troppe volte l’unico flusso comunicativo rimane l’invio dei soldi in patria. Silvia fonda così l’«Associazione donne romene in Italia». E il pensiero va subito ai tanti bambini, si parla di oltre 300 mila, affidati per tempi infiniti a nonni, zii o parenti vari. «Fino a pochi anni fa molte badanti andavano a casa almeno una volta l’anno. Ora tra la crisi e la concorrenza spietata che c’è, preferiscono non lasciare mai il posto di lavoro. Guardando un documentario su alcuni ragazzini che si erano impiccati perché la loro mamma era partita e non tornava più, è così nata l’idea di sfruttare le potenzialità del web».
10479987_895681663792022_1296994917_n
Tramite la rete delle Biblioteche nazionali romene, che nelle zone rurali sono già un punto di riferimento per offrire un aiuto concreto agli «orfani bianchi», si sono quindi predisposte postazioni Skype che hanno visto passare in queste settimane quasi 300 giovanissimi. «Ora bisogna aiutare le madri, che spesso non hanno neppure il permesso di usare il computer di casa. Il progetto non ha finanziamenti, ma vorrei creare una piattaforma digitale per favorire queste chiacchierate online. Senza filtri e senza vergogna. Per dirsi, semplicemente, “Ti voglio bene” fissandosi negli occhi»

Informazioni su Associazione Donne Romene in Italia - A.D.R.I.

A.D.R.I isi propune să încurajeze și promoveze integrarea românilor imigranți în societatea italiană, cu o atenție deosebită la realitatea emigrantelor române, de multe ori obligate să lase copiii lor în țară; să contribuie la susținerea coeziunii familiale, la cresterea gradului de constientizare a comunitatii asupra fenomenului copiilor lasati singuri in Romania, in urma plecarii parintilor la munca in strainatate, si sa contribuie la ridicarea factorului de echilibru al persoanelor care traiesc departe de tara, precum și la conștientizarea riscurilor la care sunt supuse persoanele singure, menținerea legăturii vii dintre emigrantele și emigranții români aflați în Italia cu țara si limba de origine. Sustinerea si aplicarea Proiectului "Te iubeste mama!" (c) Proiect tutelat de copyright 2011 A.D.R.I. si propone di valorizzare e supportare la condizione femminile, dell’immigrata romena, nella vita familiare e professionale e il suo positivo contributo al processo di integrazione nella società italiana. Tenendo conto della centralità della donna nella famiglia immigrata romena, del suo ruolo fondamentale nell'economia della famiglia e nell'attivazione dei rapporti sociali. Favorire e promuovere l’integrazione degli immigrati romeni nella società italiana, con particolare attenzione alla realtà delle immigrate romene, spesso obbligate a lasciare i figli in patria; Contribuire a mantenere vivo il legame delle immigrate e degli immigrati romeni presenti in Italia con il paese di origine, sostegno alla genitorialità a distanza. https://teiubestemamasilviadumitrache.wordpress.com/about/ Address adri_milano@live.it Website http://www.teiubestemama.it http://dumitrachesilvia.wordpress.com/ http://www.cuccagna.org/portal/IT/handle/?page=progetti_sportellodonna http://www.ciaoromania.ro/membri-2/membri-affiliati-2/associazione-donne-romene-in-italia-a-d-r-i/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: