"Te iubeste mama!"/"Mamma ti vuole bene!"

Proiectul “Te iubeste mama!” menit sa faciliteze comunicarea audio-vizuala gratuita online intre copiii ramasi in Romania si parintii acestora, care sunt la munca in Italia. Scopul principal este acela de a preveni si diminua numarul de cazuri sociale in randul copiilor ramasi acasa si sustinerea rolului parental la distanta./Comunicazione audio-visiva a distanza; uno strumento di sostegno alla genitorialità transnazionale: si rivolge alle mamme e ai papà che hanno i figli e la famiglia in un altro Paese, accompagnandoli nel difficile compito di conciliare la vita lavorativa in Italia con le esigenze della famiglia lontana.

Il costo altissimo che la Romania paga all’emigrazione!

Milioni di romeni sono scappati via dalla povertà. Forse anche più di 4 milioni, nonostante le statistiche diano una cifra inferiore come prevalente. Sono scapati perché non sono stati in grado di trovare un lavoro nel loro paese, o quando l’hanno trovato, il guadagno non ha permesso loro nemmeno la sopravivenza agli estremi della civiltà!
bambini-abbandonati
Il prezzo che il paese paga a questo fenomeno è oltre la comprensione dei suoi abitanti. Ma soprattutto oltre l’indolenza della classe politica marcia e incapace di afferrare e agire. Il prezzo va misurato prima di tutto in quantificazione del futuro. Si misura nei sogni infranti dei bambini romeni rimasti abbandonati in nome del denaro e per il pezzo di pane negatogli a casa!

La stampa romena è piena ogni giorno di tragedie che riguardano proprio loro, i bambini rimasti senza genitori andati all’estero, o senza uno di loro. Bambini che si ammazzano a solo 10, 14 anni, bambini finiti nella più buia depressione, irrecuperabili per sempre. Mentre le loro madri e i loro padri si sacrificano per solo mille euro (in media) al mese, nello strabrillante occidente. Che sono pur sempre 5 volte più di quello che potrebbero guadagnare a casa loro.

Poi ci sono i numeri, incontestabili. I romeni emigrati all’estero hanno inviato dall’inizio del 2009 a oggi circa 20 miliardi di euro in Romania. Soldi che sono combustibile per l’economia martoriata del paese. Senza di quali la Romania non avrebbe nemmeno l’idea di che cosa l’occidente e l’EU fossero.

81 mila bambini erano senza i genitori alla fine dell’anno scorso, abbandonati in Romania, in cura dei nonni per quelli più fortunati, di persone estrarne in molti altri casi. Bambini che perdono il senso della vita e che non hanno più riferimenti in cui credere. Mentre i loro genitori soffrono ogni tipo di discriminazione in un’Europa che non li vuole! Solo come schiavi tutto fare.

3.6 miliardi di euro ha guadagnato direttamente la Romania solo l’anno scorso dovuto ai soldi che i romeni all’estero hanno inviato nel paese. Secondo qualche calcolo accurato fatto da chi s’intende. In cambio le viene solo negato ogni diritto, anche più basilare, da parte della classe politica. Che li usa solo come materiale elettorale e si ricorda di loro ogni talvolta solo prima delle elezioni.

60 mila famiglie romene hanno un genitore andato via all’estero per guadagnare il mangiare quotidiano per la famiglia. La Grande Tristezza (scusate, ma non sono riuscito a non parafrasare il film di Sorrentino – che non c’entra nulla), sta proprio nel guadagno che i romeni hanno in termini di soldi. Effimero per eludere la povertà. Mentre la perdita di coesione familiare e la lontananza anche mentale dei loro figli e reale e innegabile. Figli che lasciati soli o in cura di qualcuno disinteressato, smettono di andare a scuola e diventano vittime sicure delle compagne sbagliate. Sono persi per la società con altre parole. E il prezzo che il paese deve pagare in termini di futuro, aumenta con ogni genitore andato via e bambino rimasto solo.

Purtroppo, 25 anni quasi più tardi della morte di Ceausescu e con l’arrivo della democrazia capitalista, la Romania rimane un paese in balia a una dinamica demografica condizionata in primo luogo dall’indifferenza dei suoi governi, tutti, in successione fino ad ora. E’ un paese che non riesce a trovare una sua logica in un mondo dove i principi democratici sono basilari. Un paese in quale l’anarchia accompagnata dalla cleptocrazia non lascia spazio e alcuna speranza per un popolo che si è confuso e che ha perso la direzione del polo nord della civiltà.

Peccato che tutto questo prezzo che la Romania paga e soprattutto dovrà pagare a un’emigrazione incontrollata e di proporzioni colossali, sarà pagato proprio da loro, degli attuali bambini della Romania!

Adrian Bogdan

– See more at: http://rumeniinitalia.it/il-costo-altissimo-che-la-romania-paga-allemigrazione/#sthash.3ZGGL1EJ.HqqaD3aW.dpuf

Informazioni su Associazione Donne Romene in Italia - A.D.R.I.

A.D.R.I isi propune să încurajeze și promoveze integrarea românilor imigranți în societatea italiană, cu o atenție deosebită la realitatea emigrantelor române, de multe ori obligate să lase copiii lor în țară; să contribuie la susținerea coeziunii familiale, la cresterea gradului de constientizare a comunitatii asupra fenomenului copiilor lasati singuri in Romania, in urma plecarii parintilor la munca in strainatate, si sa contribuie la ridicarea factorului de echilibru al persoanelor care traiesc departe de tara, precum și la conștientizarea riscurilor la care sunt supuse persoanele singure, menținerea legăturii vii dintre emigrantele și emigranții români aflați în Italia cu țara si limba de origine. Sustinerea si aplicarea Proiectului "Te iubeste mama!" (c) Proiect tutelat de copyright 2011 A.D.R.I. si propone di valorizzare e supportare la condizione femminile, dell’immigrata romena, nella vita familiare e professionale e il suo positivo contributo al processo di integrazione nella società italiana. Tenendo conto della centralità della donna nella famiglia immigrata romena, del suo ruolo fondamentale nell'economia della famiglia e nell'attivazione dei rapporti sociali. Favorire e promuovere l’integrazione degli immigrati romeni nella società italiana, con particolare attenzione alla realtà delle immigrate romene, spesso obbligate a lasciare i figli in patria; Contribuire a mantenere vivo il legame delle immigrate e degli immigrati romeni presenti in Italia con il paese di origine, sostegno alla genitorialità a distanza. https://teiubestemamasilviadumitrache.wordpress.com/about/ Address adri_milano@live.it Website http://www.teiubestemama.it http://dumitrachesilvia.wordpress.com/ http://www.cuccagna.org/portal/IT/handle/?page=progetti_sportellodonna http://www.ciaoromania.ro/membri-2/membri-affiliati-2/associazione-donne-romene-in-italia-a-d-r-i/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: